mercoledì 23 dicembre 2009

Dadis Camara & C.

Guinea: anche l'ONU conferma, in un rapporto ufficiale, le responsabilità individuali, per il massacro del 28 settembre scorso, del presidente Dadis Camara, del suo luogotenente Toumba Diakitè (che poi ha tentato di ucciderlo), del ministro per gli affari speciali antidroga Thégboro Camara.

(da Jeune Afrique.com)

.

giovedì 17 dicembre 2009

mercoledì 16 dicembre 2009

Le moschee di Bani






Le moschee di fango di Bani, nella Regione del Sahel, in Burkina Faso: un luogo magico.

Death of a clown

The Kinks - Death Of A Clown

My makeup is dry and it clags on my chin
I'm drowning my sorrows in whisky and gin
The lion tamer's whip doesn't crack anymore
The lions they won't fight and the tigers won't roar

La-la-la-la-la-la-la-la-la-la
So let's all drink to the death of a clown
Won't someone help me to break up this crown
Let's all drink to the death of a clown
Let's all drink to the death of a clown

The old fortune teller lies dead on the floor
Nobody needs fortunes told anymore
The trainer of insects is crouched on his knees
And frantically looking for runaway fleas

La-la-la-la-la-la-la-la-la-la
Let's all drink to the death of a clown
So won't someone help me to break up this crown
Let's all drink to the death of a clown
La-la-la-la-la-la-la-la-la-la
Let's all drink to the death of a clown
La-la-la-la-la-la-la-la-la-la


.

lunedì 14 dicembre 2009

Come volevasi dimostrare

Ricordando che la malaria uccide ancora molte persone, per la maggior parte bambini, ecco il bilancio delle conseguenze del virus H1N1, ad un anno dalla sua prima comparsa: c.v.d. (come volevasi dimostrare).

.

Lesson 1

Questo è l'articolo che il New York Times ha pubblicato sull'aggressione a Berlusconi. Spero che molti direttori dei nostri (tele)giornali lo leggano e imparino qualcosa.

.

giovedì 10 dicembre 2009

Minareto fai da te


E' possibile auto-costruire un minareto (ma anche una sinagoga o una chiesa), senza chiedere nessuna autorizzazione.
Alla faccia di chi vuole un referendum anche in Italia.

Normale ritorno a casa

L'equipaggio del Boeing carico di cocaina atterrato il mese scorso nel deserto del Malì si è tranquillamente imbarcato, con documenti falsi, all'aeroporto di Bamako ed ha fatto ritorno al proprio paese d'origine con un regolare volo di linea, senz'altro aiutato da complicità di funzionari statali.
(Fonte: Jeune Afrique)

.

mercoledì 9 dicembre 2009

Pronto intervento























Una mucca stava per essere inghiottita dal fango in una pozza a Gorom Gorom (Burkina Faso) ma un tempestivo intervento l'ha proprio " tirata fuori " dai guai.

martedì 8 dicembre 2009

mercoledì 2 dicembre 2009

Condannato il banchiere del genocidio


Il sito di Jeune Afrique ci informa che il ruandese Ephrem Nkezabera, soprannominato il "banchiere del genocidio", è stato condannato ieri a 30 anni di carcere dalla Corte di Assise di Bruxelles per crimini di guerra (omicidi e stupri) commessi durante il genocidio del 1994 nel suo paese.
Per la prima volta nella storia giudiziaria del Belgio anche gli stupri sono stati considerati crimini di guerra.

.


martedì 1 dicembre 2009

venerdì 27 novembre 2009

Coca Airlines

Nei primi giorni di novembre un Boeing 707 è atterrato, forse per un guasto al motore, in pieno deserto, nel Mali. Come informa il sito di Jeune Afrique, era carico di cocaina che è stata fatta sparire velocemente dai trafficati che hanno poi incendiato l'aereo per non lasciare troppe tracce.
Una ulteriore conferma di come l'Africa stia diventando un importante crocevia per lo smistamento verso i mercati europei della droga dei narcotrafficanti sudamericani.

.

martedì 10 novembre 2009

Colori di novembre









I colori della campagna di Castagneto Carducci in questi primi giorni di novembre, appena dopo la pioggia.
.


venerdì 30 ottobre 2009

Mercati colorati: Markoye






















Sul suo blog (che vi invito a seguire giornalmente), Catone ci informa, con la solita efficacia, del mercato di Dantokpa che si svolge a Cotonou, nel Benin.






Anche in Burkina Faso i mercati sono luoghi molto importanti, sia per gli scambi di merce che per i momenti di vita comunitaria. I colori, poi, rendono tutto più vivo.







Le foto sono state scattate al mercato di Markoye, a nord di Gorom Gorom, in pieno Sahel.







lunedì 5 ottobre 2009

Andar per funghi...


























Ci saranno anche i funghi, ma mi sembra ci sia ben altro in qualche bosco attorno a Castagneto Carducci.
E per fortuna che un cartello ci avvisa del divieto di raccolta.

.

sabato 3 ottobre 2009

Libertà di stampa



Oggi a Roma manifestazione per la libertà di stampa.
Mi dispiace di non poterci essere di persona, ma con lo spirito sono lì.
Buona manifestazione a tutti .

.

Discariche a-mare


Il Mediterraneo è diventato una discarica al servizio di criminali che lo utilizzano senza problemi per i loro traffici di rifiuti tossici e radioattivi; forse hanno le spalle ben coperte.
Anche nel tratto di mare davanti a dove abito, in provincia di Livorno, quello tra le isole di Capraia, Elba e Corsica, sembra ospitare un relitto di una nave affondata, carica di rifiuti.

Nella foto: il tratto di mare davanti a Marina di Donoratico (LI)

.

martedì 29 settembre 2009

Massacro in Guinea

Le manifestazioni di ieri contro la candidatura alle elezioni presidenziali (che si svolgeranno nel 2010) del capitano Moussa Dadis Camara, a capo dell'attuale giunta militare, sono state represse nel sangue; secondo Afrik.com e Nigrizia parecchie decine di persone sono state uccise dai colpi sparati dalla polizia per reprimere le manifestazioni.


.

mercoledì 23 settembre 2009

La conoscenza vince la paura


Il 24 settembre 2009, a Donoratico (LI), in piazza della Stazione,
dalle 10,30 alle 19,30

il Centro di solidarietà Monica Cruschelli organizza la

Giornata del clandestino
La conoscenza per vincere la paura

informazione-letture-proiezioni no-stop

.

Non dimentichiamoci del Burkina Faso

Un'altra testimonianza diretta sull'alluvione che ha colpito il Burkina Faso, in particolar modo nella capitale Ouagadougou.




Segnalo anche un'altro blog che informa sulla situazione in Burkina Faso.

.

lunedì 21 settembre 2009

A proposito di rifiuti tossici

Il caso di 500 tonnellate di rifiuti tossici smaltiti nel 2006 ad Abidjan in Costa d'Avorio, che ha provocato 18 morti e circa 100.000 intossicati, è sempre aperto per merito di Greenpeace che, nonostante i risarcimenti economici, porterà la società Trafigura in tribunale.
Sul sito del Guardian tutta la storia.

.

giovedì 17 settembre 2009

Leaving...

Voglio ricordare Mary (Travers), morta ieri a 72 anni, che, con Peter e Paul, ha interpretato, con la sua splendida voce, alcune tra le più belle canzoni di sempre.





mercoledì 16 settembre 2009

Inquinamento anche nel Sahel





Segnalo una notizia che riguarda l' inquinamento da metalli pesanti (forse provenienti da miniere vicine) delle acque di un bacino artificiale a Kouna, nei pressi di Markoye, nel nord del Burkina Faso, in pieno Sahel, che ha provocato la morte immediata di numeroso bestiame e forti malesseri a uomini e donne che hanno utilizzato l'acqua del bacino.
Il fatto è avvenuto nel mese di marzo 2009 e, a tutt'oggi, le autorità locali non hanno ancora fatto chiarezza su quanto accaduto e la popolazione locale è fortemente preoccupata per la propria salute.

Le foto a destra sono state scattate a gennaio di quest'anno a Markoye, nei pressi di un bacino, forse lo stesso di cui parliamo.

Report non deve chiudere

Rilancio un appello a sostegno di Report:

"La TV nazionale Rai non garantisce piu' ai giornalisti di Report (rai 3) la copertura legale. Significa che gli inviati di Milena Gabanelli, da sempre attivi nel denunciare le illegalita' e i soprusi che ci circondano, dovranno provvedere di tasca propria alle spese legali cui, da bravi inchiestisti, vanno continuamente incontro.

I sottoscritti firmatari con la presente CHIEDONO alla societa' RAI Radiotelevisione Italiana S.p.A, il ripristino della copertura legale per gli inchiestisti del programma Report, trasmesso su Rai3, al fine di assicurare il libero esercizio della loro professione per arrivare alla verita' e rivelarla agli italiani."




Sign for Report non deve chiudere. FIRMA LA PETIZIONE


sabato 12 settembre 2009

Ouagadougou invasa dalle acque

Ecco alcuni video che testimoniano la drammaticità dell'alluvione che ha colpito il 1 settembre scorso la capitale del Burkina Faso, Ouagadougou.










mercoledì 9 settembre 2009

Aiuti per il Burkina Faso, in emergenza per le alluvioni


Il Movimento Shalom, da anni presente in Burkina Faso, lancia un appello per aiuti urgenti alle popolazioni colpite dalle alluvioni dei giorni scorsi.
Fonti locali di Shalom parlano di 30 morti e 150.000 sfollati solo nella capitale Ouagadougou.

P.S. Ma perchè la maggior parte dei nostri media ignora questi disastri?

.

martedì 8 settembre 2009

Una buona notizia da tenere, però, sotto controllo

Forse nel 2012 sarà disponibile un vaccino contro la malaria ma, fin da ora, iniziamo una campagna di informazione affinchè l'accessibilità a questo vaccino sia gratuita in tutti quei paesi, specialmente dell'Africa, in cui la malaria provoca circa 900.000 morti all'anno, per la maggior parte bambini.

.

domenica 6 settembre 2009

Altre notizie sulle inondazioni in Burkina Faso

Altre notizie e foto sulle inondazioni che hanno colpito in questi giorni il Burkina Faso ed in particolare la sua capitale, Ouagadougou.

.

giovedì 3 settembre 2009

Almeno 5 morti e 150.000 senza tetto a Ouagadougou




A Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso, secondo l'AFP, "si contano almeno 5 morti e più di 150.000 persone hanno perso la loro casa senza tetto a seguito delle piogge diluviali che si sono abbattute sulla città il 1 settembre scorso. Molte altre persone sono date per disperse. Le piogge hanno provocato inondazioni di una forza inedita per il paese e hanno interessato anche il Senegal e il Niger."

Nelle foto, gli effetti delle piogge diluviali a Ouagadougou


mercoledì 2 settembre 2009

Piogge disastrose in Burkina Faso




Stanno arrivando notizie di disastrose inondazioni a Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso, specialmente nelle zone periferiche , le più povere, dove le case di fango e paglia si sgretolano a causa delle forti piogge di questi giorni.


A sinistra, le prime foto degli allagamenti (da Afrik.com) ed altre scattate nel mese di gennaio 2009, nella periferia di Ouagadougou.